Pietra refrattaria per gli amanti della #Pizza

La pizza è un piatto molto importante della cucina italiana e nonostante ci siano molte variazioni negli ingredienti e nei metodi di cottura, cerchiamo sempre di raggiungere la ricetta originale preparata a mano e in forni a legna. Ecco come si presenta la pietra refrattaria per forni convenzionali ed elettrici, che consente di preparare pizze in casa con risultati di alta qualità.

 

Pietra refrattaria

 

I forni professionali per pizza raggiungono temperature comprese tra i 300 - 400 gradi centigradi, mentre i forni domestici raggiungono solo i 250 gradi circa, questa grande differenza può essere parzialmente colmata grazie all'uso della pietra refrattaria. La sua capacità di assorbire l'umidità, immagazzinare il calore e distribuirlo uniformemente mantenendo una temperatura elevata sono determinanti per una cottura di qualità in tempi ridotti.

La pietra refrattaria è composta da materiali refrattari cotti ad alte temperature, come l'argilla o la cordierite (roccia polimorfa composta da alluminio, ferro e magnesio). Il risultato è un materiale poroso che resiste e immagazzina le alte temperature, ottenendo risultati notevoli; un impasto morbido e croccante e una salsa che mantiene l'umidità e la fragranza dei suoi ingredienti.

Esistono diverse strutture di pietre refrattarie, le pietre lisce / piatte che forniscono tutti i vantaggi sopra descritti e le pietre con canali longitudinali, che aiutano il movimento convettivo del calore, offrendo un riscaldamento più veloce.

In termini di spessore, il vantaggio di una pietra fine risiede nella velocità di riscaldamento più rapida e nel migliore assorbimento dell'umidità, ma allo stesso tempo tenderà a raffreddarsi prima perché immagazzina meno calore. Una pietra refrattaria più spessa impiegherà più tempo a riscaldarsi, ma sarà in grado di assorbire più calore e trattenerlo più a lungo.

 

Pietra refrattaria

 

Pulizia della pietra refrattaria per pizza

È molto importante utilizzare correttamente la pietra e prestare attenzione ai metodi di pulizia, poiché per la sua composizione è un materiale fragile. È particolarmente sensibile alla temperatura e ai prodotti per la pulizia.

Si consiglia di non mettere mai la pietra fredda in un forno già caldo, lo sbalzo di temperatura potrebbe provocare delle crepe nella pietra. E a fine cottura è conveniente aspettare che la pietra sia fredda prima di iniziare a pulirla.

Come accennato in precedenza, la pietra è composta da un materiale poroso che assorbe l'umidità, motivo per cui non si dovrebbe utilizzare una grande quantità di acqua per pulirla poiché potrebbe compromettere la resistenza della pietra una volta assorbita. Lo stesso vale per i prodotti per la pulizia che, a loro volta, potrebbero aggiungere effetti nocivi.

Né l'olio deve essere usato per pulire o cucinare, la pietra è naturalmente antiaderente.

 

Suggerimenti per la pulizia;

- Attendere che la pietra sia fredda per iniziare la pulizia

- Rimuovere eventuali residui di cibo rimasti dopo la cottura con una spatola o un pennello.

- Con una spugna umida ma ben strizzata, passare delicatamente sulla pietra

- Puoi anche usare il sale per strofinare e rimuovere gli ultimi resti di cibo.

Ci auguriamo che queste informazioni ti siano utili e che tu possa ottenere il massimo dalla tua pietra refrattaria ... allora buon appetito!

 

Pietra refrattaria

 

Se vuoi saperne di più su questo e altri argomenti relativi ai dispositivi elettrici, puoi consultare il nostro blog e seguirci anche sui social media. In Fiyo abbiamo una vasta gamma di kit per mantenere la tua attrezzatura in perfette condizioni e molti pezzi di ricambio nel caso tu voglia fare una riparazione da solo.

 

Questo sito web richiede i cookies per fornire tutti i suoi servizi. Per maggiori informazioni su cosa sono i cookies, vi preghiamo di visualizzare la nostra Informativa sulla privacy.