Come organizzare il Frigorifero

Come organizzare il frigo? Avere il frigo sempre pulito e ben organizzato è fondamentale per garantire l’igiene del cibo ma anche per risparmiare tempo in cucina e per non sprecare nulla.

Cosa possiamo fare per conservare al meglio gli alimenti, non sprecare energia e tenere un frigo ben pulito ed organizzato? Oltre alle regole dettate dal buon senso (tenerlo in ordine, non comprare troppo, non abbandonare alimenti in fondo al frigo per mesi) ecco 10 regole semplici e utili a prova di eco-casalinga.

Ogni alimento al suo posto

  • lo spazio più in basso è quello più freddo: qui vanno riposti i cibi più deperibili come pesce, carne e salumi;

  • negli spazi più in alto la temperatura aumenta un po’: nei ripiani più alti possiamo mettere latticini, uova e cibi cotti;

  • nel cassettone in basso (che ha in genere una temperatura di 8 °C) possiamo mettere frutta e verdura.

Frigo vuoto? Meglio!

Non riempire troppo il frigorifero: se gli alimenti sono troppi, l’aria fredda non riesce a circolare all’interno dell’apparecchio e questo può avere ripercussioni negative sulla conservazione dei cibi e sull’efficienza.

First in, first out

Pratichiamo sempre la regola “first in, first out” (chi prima entra, prima esce): ricordiamoci di riporre gli alimenti acquistati di recente dietro a quelli già presenti.

Pulizia: easy ed ecologica

La pulizia va svolta con regolarità (una volta alla settimana): il frigo resterà sempre pulito e sarà sempre facile pulirlo.

Utilizzare prodotti ecologici a basso impatto ambientale

Importantissimo: un frigo efficiente non deve avere ghiaccio sulle pareti (accade soprattutto se non è previsto lo sbrinamento automatico). Meglio eliminare qualsiasi formazione di ghiaccio appena formata!

Attenzione alla cross-contaminazione

Separiamo gli alimenti crudi da quelli cotti o pronti per essere consumati: questo permetterà di evitare che microrganismi, eventualmente presenti nei primi, vengano trasferiti ad alimenti che non subiranno più trattamenti termici prima del consumo.

Avanzi: sì, ma freddi!

Gli avanzi di cibi cotti devono essere messi in frigo solo quando non sono più caldi. Se inseriti caldi, oltre a richiedere molta energia per essere raffreddati, facilitano la formazione di brina che, formando uno strato isolante, sottrae freddo all’apparecchio aumentando i consumi di energia e riducendo il volume utile.

Vetro: alleato anche in frigo

Cercate di usare i contenitori e le bottiglie di vetro nel frigo. Aprire il frigo e trovare vetro è molto più sano e invitante che trovare plastica!

Non meditare davanti al frigo

Abbassa i consumi di casa. Non rimanere tanto tempo a pensare con lo sportello aperto. L'organizzazione aiuta tantissimo in questo! Grazie ad un maggiore ordine in frigo, si apre e chiude in un attimo.

Nel freezer: uno alla volta

Per congelare gli alimenti evitare di riporli tutti insieme nel congelatore: il congelamento avviene più rapidamente quando sono già presenti altri alimenti congelati.

Dal freezer al frigo

Per scongelare gli alimenti trasferirli dal congelatore al vano frigorifero: cederanno freddo e lo scongelamento sarà più igienico.

Le etichette sono importanti

Tenere conto della scadenza, soprattutto dei prodotti freschi, fa evitare di gettare alimenti, che talvolta rimangono nascosti nel fondo del frigorifero.
Se tieni in frigo carni fresche, devi consumarle il prima possibile, la carne rossa è quella che dura di più e se la acquisti imballata sotto vuoto dura ancora qualche giorno in più.
Pesce fresco o congelato: se lo compri fresco, devi consumarlo il prima possibile (meglio il giorno stesso), se è congelato è consigliabile estrarlo dal congelatore la sera precedente, lasciandolo scongelare tranquillamente nel frigorifero.

Pubblicato il: 20-03-2015

Questo sito web richiede i cookies per fornire tutti i suoi servizi. Per maggiori informazioni su cosa sono i cookies, vi preghiamo di visualizzare la nostra Informativa sulla privacy.